Barbaresco 1983 Costa Russi Angelo Gaja DOCG

220,00 Tasse incluse

1 disponibili

Uvaggio: 100% Nebbiolo

Casa: Costa Russi – Gaja

Anno: 1983

Capacità: 0,75

 

Storia:  La famiglia Gaja si stabilì in Piemonte già a metà del diciassettesimo secolo. Da allora 5 generazioni si sono alternate nella produzione vitivinicola, da quando Giovanni Gaja fondò la prima cantina a Barbaresco, nel 1985 sul territorio delle Langhe. Attualmente, la famiglia possiede vigneti ubicati nelle zone del Barbaresco e del Barolo. Le scelte produttive dell’ azienda sono da sempre ispirate alla qualità dei loro prodotti, grazie a questo Gaja è un marchio leader conosciuto in tutto il mondo.

Vigneto: Il vigneto “Costa Russi” è situato a pochissima distanza da Sorì Tildin nel comune del Barbareco, prende il nome da due termini: Costa, che nel dialetto piemontese indica il versante meglio esposto di una collina e Russi, che era il soprannome del vecchio proprietario del vigneto da cui è stato rilevato. La sua vendemmia solitamente viene condotta nelle prime settimane di Ottobre, dopo la pigiatura il mosto viene fatto fermentare in grandi contenitori d’acciaio inox a temperatura di 28/30 gradi per un periodo, che varia per l’annata, tra i 15 e i 25 giorni. Al termine di questa fase comincia la “svinatura”, che consiste nel travaso in diversi serbatoi più piccoli. Grazie a questo il vino viene separato dai depositi di fermetazione e dalle vinacce lasciandolo a riposo fino al successivo Settembre, quando avrà inizio la fase di invecchiamento in botti di rovere per un tempo minimo di 2 anni. Successivamente a questo il Barbaresco dovrà riposare ancora 6 mesi in bottiglia prima che possa essere messo in commercio. Della cantina Gaja il Costa Russi è tra i più importanti, vengono prodotte circa 12000 bottiglie l’anno.